Fenice risana e ristruttura ogni tipo di copertura

Riqualificazione Energetica

 

Con la Legge di Stabilità 2020 è stata prorogata, sia per le società che per le persone fisiche, l’agevolazione fiscale per interventi di Riqualificazione Energetica degli edifici.

L’agevolazione consiste nella detrazione d’imposta, compreso dal 50% al 65% delle spese sostenute, entro un limite massimo di detrazione fruibile, stabilito in relazione a ciascuno degli interventi previsti.

Modalità operative e Tempistiche:

Gli interventi effettuati devono avere determinate caratteristiche tecniche ed occorre inviare all’ ENEA, entro 90 giorni fine lavori, alcuni documenti che attestino la natura dell’intervento effettuato, tra cui l’asseverazione redatta da parte di tecnico abilitato in merito ai risultati ottenuti in ambito di risparmio energetico.

 Per saperne di più cliccare il link qui di seguito: Riqualificazione Energetica

Riqualificazione e restyling di un fabbricato industriale

Riqualificazione e restyling di un fabbricato industriale, rispettando le esigenze di budget del cliente, evitando interventi invasivi sulle murature e salvaguardando le facciate stesse dagli agenti atmosferici.

Dopo aver predisposto una struttura metallica di supporto, sono state posate delle lamiere grecate orizzontali delineando in maniera armonica i volumi di un edificio di grosse dimensioni.

Il miglioramento estetico è ben visibile.

Le soluzioni di intervento sono molteplici e la scelta dei materiali è determinante sul risultato finale.

 

 

Riqualificazione Lucernari interni

Riqualificazione lucernari: un intervento che si fa spesso una volta conclusa una buona manutenzione della copertura è la sostituzione dei vecchi lucernari in vetroresina, con nuove lastre in policarbonato alveolare con conseguente miglioramento termico e luminoso.

Nella foto in copertina vediamo lucernari nuovi, nell’altra i vecchi ingialliti.

 

Riqualificazione Soffitto

Riqualificazione Soffitto: un esempio di riqualificazione di un soffitto con lastre di lamiera metallica, in sostituzione di vecchi pannelli eraclit.

La soluzione adottata ha reso gli ambienti interni molto più luminosi e allo stesso tempo ha permesso di ottenere un confinamento efficace, anche ai fini della sicurezza durante le operazioni eseguite nel rifacimento della copertura esterna.

 

Cessato Piano casa e rimozione delle opere incongrue

Cessato Piano casa e rimozione delle opere incongrue: nuova disciplina delle premialità legate all’ampliamento e alla demolizione e ricostruzione di edifici.

I contenuti più significativi della legge regionale n. 14/2019 possono essere così riassunti.

Finalità: promozione della demolizione di manufatti incongrui e riqualificazione edilizia ed ambientale;

Crediti edilizi da rinaturalizzazione: attribuzione di crediti che deve tener conto di localizzazione, consistenza e destinazione d’uso del manufatto incongruo; costi di demolizione, di bonifica e di rinaturalizzazione; tipologia e destinazione d’uso delle aree di utilizzo dei crediti;

Interventi edilizi di ampliamento: la norma consente l’ampliamento degli edifici esistenti, nei limiti del 15% del volume o della superficie, purchè (a) la prestazione energetica della parte ampliata sia almeno in classe A1; (b) siano utilizzate tecnologie per l’uso di fonti energetiche rinnovabili.

Premialità maggiorate: la percentuale di ampliamento “base” può essere elevata di un ulteriore 25%, anche in presenza di (a) prestazione energetica dell’intero edificio in classe A4, (b) realizzazione di pareti ventilate, (c) isolamento acustico e (d) rimozione e smaltimento di elementi in cemento amianto.

Materiale fornito da Confindustria